Tag

, , , , ,

 

Una domenica d’agosto…

 

“… Pratico la nudità,
mi spoglio del giorno, entro nella notte
come si entra in una vasca da bagno, senza bisogno
di nulla e senza possedere nulla…”

Studio
come aver fame. Come
aver freddo, essere sporca, una preda per i pidocchi.
Come dimenticare le comodità. La comodità richiede
troppa energia: compiangerne la perdita
troppo tempo.

Pratico la nudità,
mi spoglio del giorno, entro nella notte
come si entra in una vasca da bagno, senza bisogno
di nulla e senza possedere nulla.

La sporcizia e le paure del giorno: cose
da lasciar cadere, soggette
alla gravità di questi tempi.

Sto imparando a ricordare
l’odore del sapone al giacinto, il cashmere o
la crepe de chine sulla pelle.

Ogni nuovo giorno, un indumento
così ricco, così inaspettato
che non so se calcarmelo
in testa o rintanarmici dentro.

(Janice Kulyk Keefer 1952 FROM White of the Lesser Angels (1986) )

 

(p.h. privata 08 2017 M.C. ®© SummerLove)
Annunci