POCHI AMICI * MOLTO AMORE :: Il blog di Carmine Mangone

Di seguito, un estratto dalla mia ultima pubblicazione: Il corpo esplicito. Breve storia critica dell’erotismo occidentale, Paginauno edizioni, maggio 2017.

Le foto (dall’alto in basso) sono di: anonimo (anni Venti?); Man RayNu attaché, 1930 (?); Diane ArbusBurlesque Comedienne in her Dressing Room, 1963; Pierre Molinier, Fellatio, 1970 (ca.); Robert MapplethorpeCock and Gun, 1982; coalesced.photography.

(…) è con l’avvento della fotografia che si accelera lo sviluppo di un immaginario pornografico di massa. La riproducibilità tecnica introdotta dal processo fotografico, rispetto alla stampa tipografica o alle convenzionali arti figurative, facilita infatti la produzione delle immagini pornografiche e ne incrementa la diffusione su scala sociale. Il corpo diventa soprattutto idea fissa e immagine del corpo: ‘negativo’ da riprodurre e valorizzare indefinitamente, in un territorio neutro, fatto di luci e ombre che lo rendono astratto, fruibile, spendibile senza limiti. L’immagine del corpo…

View original post 1.239 altre parole

Annunci