POCHI AMICI * MOLTO AMORE :: Il blog di Carmine Mangone

AlexAndreyev


Mi parlavi di semplicità, di leggerezza. Ora, cosa c’è di più semplice e leggero del fuoco?

Brucio via l’amore. Mi cauterizzo con la volontà!

Lo stupido recinto di legno dell’amore ideale – stupido come tutti i recinti – brucia splendidamente.
Sai, ho abbastanza vissuto, gioito e sofferto per non voler morire seconda la volontà degli altri.

Nella vita, ho imparato ad incespicare senza prendermela con la pietra d’inciampo. La pietra non ha nessuna colpa. La pietra sta lì, fa la pietra. Sono io che semmai l’ho cercata per cadere alla mia maniera. Anche la caduta, infatti, dev’essere un movimento della volontà.

Mi hanno sempre detto che dovevo comportarmi da adulto. Poi mi hanno ingiunto di prendermi cura di quel bambino nascosto in me chissà dove.
Avete proprio le idee confuse, a quanto pare. Volete un servo o un poeta?

Sostanzialmente, se proprio volete saperlo, ritengo che voi siate quasi tutti…

View original post 171 altre parole

Annunci