Tag

, , , , ,

Adamo non ha mai capito niente. O forse ha solo finto di non capire che Eva, il serpente e l’albero della conoscenza erano un tutt’uno inscindibile. Vale a dire: un ponte tra l’uno e il tutto, tra il sé e la molteplicità dei mondi, tra il corpo carnale che mi pensa e i pensieri che mi consentono di attraversare ogni corpo. Anzi, non l’uno, bensì l’unico, l’irriducibile, l’indicibile, il mortale creatore di sé, il quale tocca la tua bocca e parla, tocca la tua pelle e si scalda, ama il tuo sesso e genera insieme a te il cielo e i bassifondi del pensiero. Il peccato non esiste. Il peccato è un’invenzione dei vili per mortificare la tua compiutezza di donna definitiva.

(Carmine Mangone)

Testo scritto, per me, dal mio Amico Scrittore e Poeta anarchicamente erotico, AnimaLibera, come me.

E per citare il titolo di uno dei suoi recenti lavori: “Il sesso senza fine va a letto con la lingua ortodossa.”

Poesie di Joyce Mansor e di Benjamin Péret, a cura di Carmine Mangone, edizioni [dia*foria / Cinquemarzo, dicembre 2017, (Cadavre exquis surrealista)

 

https://carminemangone.com/2017/12/01/alcuni-cadavres-exquis-surrealisti/

https://carminemangone.com/2017/12/17/il-sesso-senza-fine-va-a-letto-con-la-lingua-ortodossa-poesie-di-joyce-mansour-e-benjamin-peret-a-cura-di-c-mangone-edizioni-diaforia-cinquemarzo/

 

(p.h. 2018 ®©)
Annunci