POCHI AMICI * MOLTO AMORE :: Il blog di Carmine Mangone

Troppa letteratura, faccio ancora troppa letteratura, e qualcosa di essenziale si perde ogni volta in quella che rimane pur sempre una convenzionale ricerca di bellezza. Scrivo e la verità mi cola tra le frasi mentre acconcio il corso delle parole o licenzio accortamente la banalità. Scrivo e non faccio che relegarmi nei luoghi confortevoli delle mie strutturazioni poetiche, delle mie abitudini di pensiero.
Relegarmi, rilegarmi. La scrittura è diventata una tana, un covo sempre più stretto e patetico. Dovrò quindi uscirne per tornare a vivere lo spazio. Dovrò innescare una sorta di guerra civile tra le mie parole usandole come artigli, come innervazione della tensione, del tumulto erotico che è la mia vita, e non certo come scodinzolii verso una qualche forma di acquiescenza estetica.
La poesia non è un ovile. Anzi, a dirla tutta, non è neanche un luogo. La poesia è una muta di lupi – è un…

View original post 260 altre parole

Annunci