eccos

“… Tumulto nel mio Sangue e il pensiero di Dio, nascosto nelle Pieghe d’ogni Impazienza…”

(Amelia Rosselli)

 

***

 

Nostra Madre, dove Arte pulsa sotto i nostri piedi nudi, nella Terra fangosa, sia santificato il tuo Nome. Dal mio Grembo al tuo, grazie per le mie Trasgressioni, perché mi hanno reso la Donna che sono oggi. Grazie per tutte le volte che ho ceduto alla tentazione e ho amato ogni minuto di esso. Grazie per il Sangue della Passione e il Desidèrio crudo e impenitente. Grazie per aver colorato il mio mondo con la Luce splendente dello Spirito e l’oscurità rosso rubino dell’Anima. Per le mie Cicatrici irregolari. Benedici la mia santa Rabbia e la sacra Estasi. Grazie per l’Innocenza erotica, la Purezza dell’Unione sessuale, lo Sguardo mistico, di L’UnaGiglio ed il Grande Mistero che mi turba e mi stuzzica ogni giorno. Dacci oggi la nostra Magia quotidiana. Che noi possiAmo scuotere i nostri fianchi in un divino Baccanale, nella carnale Autenticità. Liberaci dal senso di colpa, perché la nostra Spiritualità è antica. IndossiAmo Vesti di Terra verminosa, Fuoco blu e Fiamma incandescente. Madre, lasciaci affondare i Denti, profondamente nella Vastità. Fai scorrere Dioniso in Rivoli cremisi, dentro Organi d’Amore. E qui, siAmo grate per i nostri Peccati: Donne nel Femminino sacro imperfetto.

Amen.

 

22/09/2018 ®© pvt. img. txt.
Annunci