Tag

novembre.jpg

L’Anima che hai messo in me, Signore
è fumo dell’eterno incendio di memorie d’Amore.
Nasciamo e ci mettiamo a ardere, finché il fumo
dilegua come fumo.
(Yehuda Amichai)

***

Nessuno di noi può conoscere le migliaia di passi interni che ne hanno fatto un altro per sfondare, piegare ogni disparità, epurare attraverso vite, carneficina ancestrale, peso cristallizzato. E mentre ci stringiamo, cominciamo a scoprire l’intera gamma di tonalità, toni e sfumature, profondità divine della tavolozza interiore.

E non ti guarderò, Amore, per essere la mia stampella, ma odore nudo e miracoloso, come un bacio di carezze.

C’è redenzione e divinità nel testimoniare l’un l’altro. Prendiamo una nuova visione, in cui le anime preziose vengono rimesse insieme come arte, le crepe e le fessure tra la creazione della scintilla. Ed Essere, come l’oro giapponese Kintsugi che irradia la sua forza magnetica.

 

 

pvt. 2019/03 ®©